........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

Chi Sono gli Operatori Virtuali in Italia e le Offerte in 4G

Nel vasto panorama dei gestori di servizi di telefonia mobile in Italia, si distinguono due categorie: gli operatori tradizionali e gli operatori virtuali. Chi sono? Quali sono le differenze e quali le migliori offerte?

Sommario:

  1. Le Offerte degli Operatori Virtuali
  2. Come funzionano gli Operatori Virtuali MVNO?
  3. Le quote di mercato dei principali Operatori Virtuali in Italia nel 2021
  4. Operatori virtuali: elenco MVNO in Italia
  5. Operatori virtuali: su quali reti si appoggiano?
  6. Operatori virtuali: vantaggi e svantaggi
  • L’essenziale
  • Gli operatori virtuali non possiedono proprie infrastrutture di rete ma si appoggiano a quelle degli operatori tradizionali;
  • Spesso i prezzi delle loro offerte sono più bassi rispetto a quelli degli operatori tradizionali;
  • Per attivare un’offerta con un operatore mobile virtuale chiama lo 06 948 080 95 o utilizza il servizio di richiamata gratuita.

Le Offerte degli Operatori Virtuali

Offerte Mobile 4G operatori virtuali

Come si può notare, gli operatori virtuali di rete mobile sono numerosi, alcuni più conosciuti, altri meno. In linea di massima le offerte sono molto simili tra loro.

Esistono quelle solo voce, che includono un ingente numero di minuti per chiamate da destinare ai numeri fissi e mobili nazionali, le offerte solo dati, che contengono un certo numero di Giga mensili da utilizzare sulle proprie App che richiedono una connessione a internet, come Facebook, Whatsapp, Instagram o Google Maps, e infine le offerte All Inclusive, che comprendono minuti, SMS e dati internet. Queste ultime consentono di navigare generalmente in 4G.

Di seguito, alcune delle offerte in 4G messe a disposizione dai principali operatori virtuali italiani.

*La disposizione delle offerte internet nella tabella è stabilita da Selectra in base al costo e ai servizi messi a disposizione dagli operatori.

Non ti hanno convinto? Scopri, senza impegno, le offerte mobile messe a disposizione da tutti gli operatori. Chiama lo 06.948.080.95 (o usa il servizio di richiamata immediata gratuita). In alternativa, per essere richiamato nell’orario che preferisci, fissa un appuntamento.

Come funzionano gli Operatori Virtuali MVNO?

Gli operatori virtuali di rete mobile, detti anche MVNO (Mobile Virtual Network Operator) sono quei gestori di servizi di telefonia mobile che non possiedono la licenza per lo spettro radio, né delle proprie infrastrutture di rete. Pertanto, riescono a fornire il servizio di telefonia mobile appoggiandosi, previo pagamento di un “affitto”, alla rete mobile di un operatore reale (MNO), che invece possiede tutti questi elementi.

Cos’è lo spettro radio? Lo spettro radio o banda radio è il tratto dello spettro elettromagnetico attraverso cui passano le informazioni e i dati utilizzati per le comunicazioni wireless.

Operatori MVNO Italiani

Il concetto di “operatore virtuale” nasce negli anni ’90 del secolo scorso, in occasione della liberalizzazione del mercato europeo delle telecomunicazioni. In Italia però il primo operatore virtuale, Coop Voce, vide la luce il 4 giugno del 2007, sette anni dopo l’indagine AGCOM relativa all’introduzione dei MVNO nel mercato italiano.

Gli operatori virtuali di rete mobile sono sempre più diffusi in tutto il mondo: sono più di un migliaio divisi tra i 5 continenti. Stando a un rapporto della GSMA Intelligence, la principale fonte di dati, analisi e previsioni nel settore della telefonia mobile, la Germania si trova al primo posto in assoluto per numero di operatori virtuali con ben 129 MVNO, mentre l’Italia si trova all’ottavo posto con 42 MVNO.

Le quote di mercato dei principali Operatori Virtuali in Italia nel 2021

La relazione annuale Agcom ci aiuta ad avere un quadro della situazione dal punto di vista delle quote di mercato che i diversi operatori virtuali hanno in Italia.

In precedenza, in questo settore il market leader è stato Iliad con la maggior parte delle quote di mercato rispetto agli altri MVNO. Negli anni, poi Iliad è diventato un operatore “tradizionale” (MNO) e, per questo non possiamo più annoverarlo tra i gestori virtuali. In questo caso il primo posto, secondo gli ultimi dati disponibili è “assegnato” a Poste Mobile con il 4,2% delle quote di mercato delle SIM complessive (4,37 milioni), che diventano il 5,5% del totale se consideriamo il comparto SIM Human.

Per completezza, riportiamo di seguito la distribuzione delle quote di mercato relative al mercato delle SIM in base ai dati dell’ultimo report Agcom.

In particolare, sorprende (non troppo, in realtà) che la tendenza all’attivazione di SIM di operatori virtuali è ormai in crescita lenta, ma stabile. Infatti, esse si attestano al 9,3%, in aumento dello 0,1% rispetto a fine giugno 2020. Per quanto riguarda le SIM Human siamo al 12,3%, dal precedente 12,1% del trimestre precedente (+0,2%).

Operatori virtuali: elenco MVNO in Italia

Gli operatori reali commerciali in Italia, quelli che possiedono una propria rete e permettono agli operatori virtuali di appoggiarvisi per fornire i servizi voce e dati ai propri clienti, sono 3: Vodafone, Tim e Wind-Tre, più Iliad che condivide in ran sharing la rete con Wind-Tre. Ciò significa che le antenne per la propagazione del segnale sono condivise tra diversi operatori.

Le Ferrovie dello Stato possiedono una propria rete di telefonia mobile È in tecnologia GSM-R (la R indica Railway, cioè la parola ferrovia in inglese) e serve per le comunicazioni interne relative alle attività ferroviarie, come le segnalazioni e il controllo della circolazione. Questa rete, la Rete Ferroviaria Italiana, è attiva dal 2004 e non è commerciale.

Operatori virtuali: su quali reti si appoggiano?

Attualmente esistono sul mercato italiano 43 operatori virtuali attivi, più all’incirca una ventina di operatori MVNO non più attivi. Alcuni di essi sono riservati esclusivamente ai clienti business, altri solo alla pubblica amministrazione di determinate zone d’Italia. Attualmente occupano l’8,1% della quota di mercato totale. Di questo mercato virtuale, la fetta maggiore di clienti appartiene a Poste Mobile (46,8%), seguita da Fastweb Mobile (21,9%), Lycamobile (13,9%), CoopVoce (8,6%) e Tiscali Mobile (2,1%). Gli altri operatori virtuali coprono il restante 86,7% (dati aggiornati in base all’Osservatorio sulle Comunicazioni AGCOM n.1/2019).

Di seguito la lista dei più importanti operatori virtuali in Italia suddivisa in base all’operatore proprietario di rete al quale si appoggiano.

Operatori Virtuali sulla rete Vodafone

Ho Mobile, in realtà è considerabile come l’operatore low cost di Vodafone in quanto ne è proprietaria al 100%.

Operatori MVNO sulla rete Tim

Al pari di quanto accade con Vodafone e Ho Mobile, anche Kena Mobile è considerabile l’operatore low cost di TIM che ne è proprietaria al 100%.

Operatori virtuali sulla rete WindTre

Lista degli operatori MVNO WindTre 2021

Elsynet Foll-In
Green Mobile NV Mobile
Radio radio Mobile Zero Mobile
Very Mobile

Very Mobile, anche in questo caso, è considerabile operatore low cost di WindTre che ne è proprietaria al 100% (leggi anche le migliori offerte Very Mobile). Proprio in merito agli operatori virtuali WindTre, tuttavia, è necessario sottolineare 2 eventi importanti:

  • l’uscita di Iliad dai suoi operatori MVNO che, anche se in ran sharing sulla rete WindTre in alcune zone d’Italia, è ormai diventato full MNO, ovvero proprietario di una propria infrastruttura;
  • l’uscita di Fastweb Mobile dagli operatori virtuali WindTre: grazie all’accordo stipulato tra le 2 aziende a giugno 2019, infatti, Fastweb è diventato co-proprietario della rete mobile WindTre diventando di fatto quinto operatore mobile in Italia.

Dai uno sguardo alle offerte raccomandate:

Operatori virtuali: vantaggi e svantaggi

Prima di prendere una decisione e passare a un operatore virtuale, è bene valutare tutti i pro e i contro che un cambio operatore mobile può offrire. Tra i vantaggi c’è sicuramente quello delle tariffe. Non avendo delle proprie infrastrutture di rete, e dunque non dovendone sostenere i costi di gestione, un operatore virtuale come per esempio il nuovissimo ho.mobile può permettersi di garantire un’ampia offerta a prezzi super competitivi. È per questo motivo che gli operatori virtuali sono chiamati spesso gestori low cost

C’è da dire però che chi possiede delle proprie infrastrutture di rete offre decisamente più garanzie a livello di qualità dei servizi rispetto a un MVNO. Connettività, velocità di connessione, qualità del segnale in chiamata (data spesso dalla priorità inferiore sui ripetitori rispetto all’operatore reale di riferimento) sono di un livello non paragonabile rispetto ai tre grandi operatori reali, poiché non hanno controllo diretto sull’infrastruttura di rete.

Source

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: