........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

In Toscana nasce una criptovaluta per provare a cambiare il mondo del vino

La vitivinicoltura di oggi? Fa schifo, si corre troppo e non si curano adeguatamente le piante. Lo sostiene Marco Mazzarrini, 58 anni, di Certaldo (Firenze), che possiede con la moglie Adriana e i figli Gloria, Raoul e Amedeo le tenute vinicole di Poggio Amorelli a Castellina in Chianti, Poggio ai Laghi a Monteriggioni, i vitigni Poggio Barbone a Magliano in Toscana e l’Acetaia Mazzarrini a Modena, dove produce aceto balsamico Dop e Igp. Per riportare la qualità nei campi e in bottiglia serve una criptovaluta.

Il progetto pensato da Mazzarrini si chiama «Metodo Nuovo» e ha come obiettivo la formazione di giovani da impiegare nel settore: per metterlo in piedi serve un milione di euro che verrà raccolto attraverso la Ico (initial coin offering, forma di crowdfunding finanziario) di Bitwino, la criptovaluta di nuovo conio che sarà negoziata sulla piattaforma Ethereum. A garanzia degli investitori che decideranno di sottoscrivere la initial coin offering di Mazzarrini, in programma nelle prossime settimane, c’è il vino prodotto nelle tenute della famiglia: l’investimento minimo richiesto per partecipare è di 500 euro e, nel caso in cui l’investitore decida di recedere dall’operazione e di vendere i BitWino otterrà l’equivalente di quanto investito in bottiglie di vino delle tenute Mazzarrini, annullando di fatto il rischio che ha corso. Al momento, hanno aderito al progetto «Metodo Nuovo» quattro aziende, due nella Napa Valley californiana e due in Svizzera: secondo Mazzarrini per arrivare a coprire il fabbisogno d’avvio del progetto bisogna arrivare almeno a dieci.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

«Le aziende che decidono di sposare la filosofia di Metodo Nuovo devono rispettare almeno i seguenti quattro punti — spiega Mazzarrini — assumere giovani; adottare tecniche e ritmi di lavoro sostenibili; fornire proprie bottiglie qualora l’investitore decida di recedere; accettare criptovalute (Bitcoin, Ethereum e Bitwino) come metodo di pagamento dei propri vini. Ho pensato tutto questo nell’anno della pandemia perché da tempo quello che vedo nella vitivinicoltura non mi piace per niente, anzi, è io lo reputo un disastro: le aziende si affidano a squadre di esterni per la lavorazione nei campi che di fatto avviene a cottimo, si corre troppo e non si mettono nel lavoro la cura e l’attenzione delle quali le piante hanno bisogno per crescere bene. Non si può andare di fretta». Inoltre, aggiunge Mazzarrini, «i direttori delle aziende agricole hanno troppo spesso una formazione solo teorica perché non sono mai stati a lavorare nei campi: invece prima di dirigere bisogna imparare a potare».

Ecco perché l’idea di Mazzarrini è assumere ogni anno una ventina di giovani laureandi o neolaureati per offrire loro un biennio di formazione sul campo e stavolta non in senso figurato: «Li assumerò come operai agricoli inizialmente per tre mesi in modo tale da capire se colgono il senso di questa opportunità, parlerò anche con i loro genitori e li terrò letteralmente a bada per farli crescere. I più svegli resteranno con me per due anni e faranno esperienza nelle vigne, in cantina, otterranno il patentino per trattoristi, per guidare le nuove macchine 4.0 che ho appena comprato, impareranno a lavorare piano, senza correre, e a far crescere la passione. Dopo due anni li manderò via: sono laureati, è giusto che facciano la loro strada e vadano a dirigere le aziende, ma dopo aver capito come funziona davvero questo lavoro».

L’imprenditore di «Metodo Nuovo» nel 2019 ha fatturato 5 milioni di euro, scesi a 1,6 milioni di euro l’anno scorso a causa del Covid e del blocco dell’enoturismo e del settore Horeca. Questo blocco lo ha spinto a potenziare le vendite online che hanno fatto un balzo passando da centomila a 800 mila euro di giro d’affari. E a riflettere su come il digitale poteva dare una spinta ulteriore per migliorare la formazione dei giovani e la cura dei campi: la risposta è la sfida di Bitwino che tra qualche settimana affronterà il test del lancio sul mercato delle criptovalute.

7 giugno 2021 | 06:58

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia



Source

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: